Liuteriaitalia

Forum dedicato alla Liuteria amatoriale,per chi ama costruire uno strumento da sè e suonarlo
Oggi è 12/12/2018, 19:09

Tutti gli orari sono UTC


Regole del forum


Clicca per leggere le regole del forum



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 
Autore Messaggio
MessaggioInviato: 24/06/2014, 14:54 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 20/06/2014, 19:21
Messaggi: 104
Località: Verona
Pietro

Oggetto: L'ultima Symphonia (denominata Symphonia Sonapipian).


Che la symphonia potessere essere anche uno strumento mancante in passato della tavola armonica è menzionato più o meno esplicitamente in più fonti e proprio un tale strumento potrebbe essere comparso già prima dell'organistrum, ma l'origine popolare di queste symphonie passava evidentemente sotto tono rispetto all'organistrum usato in ben più alti contesti.
L'ipotesi di un simile strumento non l'avevo mai presa in considerazione finchè una delle punte di diamante di Liuteriaitalia non ha, in un post molto appassionato, ripreso l'aergomento.
Oltre che appassionato il post era pure convincente a tal punto che ho cominciato a pensare che tipo di suono potesse avere: è mia convinzione che la famiglia delle ghironde sfugge già di suo alle regole della liuteria. figuriamoci una symphonia senza tavola armonica.

Finale della storia: ho provato a costruirla.


Allegato:
pict1354zr6[1] (640x480).jpg
pict1354zr6[1] (640x480).jpg [ 170.1 KiB | Osservato 3878 volte ]



Come si vede lo strumento è ancora incompleto in quanto mancano i tasti, il coperchio non è traforato e la devo verniciare: ha però due corde (su tre), praticamente un bordone in meno, quanto basta però per poter dire che suona. Il suono tra l'altro non è neppure rozzo, come ipotizzato da chi ha postato il materiale, è solamente di volume minore rispetto all'altra che avevo costruito ma con solo il canto e un bordone a vuoto presenta una piacevole sonorità.
La symphonia insomma suona "Pipian" e questo a casa mia è solo che un pregio in quanto potrò finalmente a strumento finito, allenarmi indisturbato.

A questo punto penso che tutti abbiate capito che il membro di Liuteriaitalia che mi ha messo la pulce nell'orecchio è l'amico Sonapipian al quale dedico lo strumento che senza il suo convincente post non avrei mai fatto.
Tempo permettendo, quando lo finirò completamente posterò tutta la documentazione completa.

Cordialità - Pietro -


Al tema segue la discussione:


1 - fabiodm
Hole!
complimenti Pietro mi aspettavo qualcosa del genere sono curioso di sentirla.
confesso che anch'io ho provato a fare qualcosa del genere ma ho cannato il posizionamento della ruota è un po' fuori asse e credo proprio che dovrò lavorarci un po' su per farla suonare.


2 - Pietro
Caro Fabio, come sempre è quando il gioco si fa duro che i duri cominciano a giocare, io con cornamuse, cornamuti, ciaramelle e quant'altro non saprei neppure da che parte incominciare.


3 - sonapipian
Beh, che dire
GRAZIE
scusa la differita ma in questo periodo guardavo il forum di sfuggita e si era pure sconnesso per cui non vedevo più i nuovi messaggi evidenziati...
mi giro e vedo le mie tavolette di cipresso (?) appoggiate a muro e penso a quanti lavori ho impiantati...
PS: e se si giocasse con spessori del legno della cassa armonica o dello spessore delle corde? teoricamente mettendo corde grosse e quindi abbassando l'intonazione (non penso che 1000 anni fa avessero i re della ghironda boubonnaise), la maggior massa della corda dovrebbe dare una maggiore inerzia e mettere in risonanza le tavole della cassa se di spessore più sostanzioso e quindi più rigide... un po' come quando passa un aereo e vibrano i vetri delle finestre...
la corda ricercata in funzione della messa in risonanza dello strumento? (può esser un'ipotesi pre-standardizzazione della liuteria?)
saluti, vado a fare tondini di legno


4 - Pietro
Ho provato con più corde, le due che sono montate sono quelle che per me vanno meglio in coppia. Lo strumento è piccolino e il canto lo accorderò in DO, ho provato anche con il SOL ma per non confondermi l'accorderò in DO come l'altra.
Comunque posterò tutto (misure, accordature comprese) a strumento terminato: qui viene veramente il bello perchè con il poco tempo che ho...


5 - mystral1320
Wow Pietro, vedo che sei sempre all'opera!!! Avessi io la tua volontà di rimettermici...
Intanto sto disegnando col CAD la Symphonia in scala 1:1 secondo tue indicazioni.


6 - Pietro
Veloce?
A dire il vero mica tanto.
Sono passati oltre cinque mesi da quando Sonapipian ha scritto il post e sono ancora fermo. Mi vergogno di averci messo così tanto solo per una prova.


7 - neneines
Forse mi cimenterò anche con una symphonia.
Cosa uscirebbe con un diapason, poniamo di 45 cm. al posto dei canonici 34,5? Un baritono-basso?? Che dite?
Ciao, saluti... Mariano.


8 - mystral1320
Facciamo un contralto va!
Se per tenore prendiamo a rapporto un organistrum che ha un diapason di 720 mm ma bisogna essere in 2 per suonarlo...
Lasciamo perdere baritono e basso che avrebbero un diapason tra 830 e i 960 mm!!!


9 - Pietro
D'accordo con Mystral1320 per il contralto, al massimo una tenorina... e via... non di certo un basso - baritono.
Se guardi la mia elaborazione della ghironda seicentesca vedrai che il diapason è quasi come quello che tu dici, ma l'accordatura è di una normale ghironda in DO - SOL ho solo alleggerito i calibri delle corde.
Il suono è comunque più corposo, per quel che riguarda le corde, come dice Marcello Bono, non esistono mute di corde per ghironda; bisogna regolarsi di volta in volta anche sulla base di quel che vuol suonare e di quello che si intende fare.


10 - mystral1320
X Pietro ma x tutti color che potrebbero dare una dritta.
Ho iniziato a buttare giù qualche schizzo in base alla foto con le misure dell'organistrum di Vercelli, ma devo dire che interpretarne le proporzioni é meno evidente di ciò che immaginavo.


11 - Pietro
Per l'organistrum di Vercelli considerato come l'immagine di questo antico strumento che, guarda caso, avevamo in casa, penso che in questi casi bisogna andare per ipotesi e lavorarci molto.
Ma dove eravamo rimasti con la symphonia?
A quando, tempo permettendo, avevo promesso di postare l'opera finita.
Quel tempo è arrivato ed ecco la symphonia terminata.

Le dimensioni dello strumento sono contenute:
lunghezza totale cm. 410.
larghezza cm. 10.
altezza cm. 10.
Pure la tastiera è contenuta e l'estensione è praticamente di un'ottava come tra l'altro indicato nell'antico organistrum.
Il tasto in meno di questa symphonia è il SI b, tra l'altro non sempre presente.
Anche la forma dei tasti richiama quella degli organistrum in quanto essendo la symphonia uno strumento nato in un contesto popolare potrebbe essere benissimo nata prima dell'organistrum stesso, solo che le umili origini non hanno fornito documentazioni. La mancanza della tavola armonica di questo strumento e la sua limitata estensione ad una sola ottava come molti modelli di zampogne popolari potrebbero suffragare tali ipotesi che si vanno consolidando nel tempo.
Lo strumento è molto semplice e pure i decori lo sono: rappresentano un suonatore di cornamusa e uno di liuto, strumenti diffusi all'epoca e tratti da immagini pervenute dall'iconografia antica.
Lo strumento ha tre sole corde: tra l'altro come l'organistrum, accordate a vuoto con l'accordo di DO maggiore.
Corda di canto: DO tastabile per l'estensione di un'ottava con sette tasti azionati dalla mano sinistra del suonatore dal basso verso l'alto.
Primo bordone in SOL una quarta sotto al canto.
Secondo bordone in DO un'ottava sotto al canto.

Non saprei cosa altro dire, aggiungo solamente che troverete a breve la documentazione completa in PDF liberamente scaricabile che sarà titolata: "L'ULTIMA SYMPHONIA"
Tale denominazione non è per motivazioni storico-musicali in quanto sotto questo aspetto lo strumento è più una: "prima symphonia" per la sua semplicità che potrebbe essere un valido stimolo all'uso didattico e all'approccio per i bambini che facilmente suonerebbero canzoncine e motivetti popolari con i soli sette tasti di cui è dotata, ma per il semplice fatto che penso che questa sarà l'ultima symphonia da me costruita.
Naturalmente vale sempre il detto: "Mai dire mai" ma sinceramente non ho intenzione di costruirne altre anche se si tratta di uno strumento dal fascino arcano che lascia molta libertà esecutiva sia come materiali che come struttura interna.

Allegato:
PICT2144 - Copia (800x437) (640x350).jpg
PICT2144 - Copia (800x437) (640x350).jpg [ 243.64 KiB | Osservato 3878 volte ]



Allegato:
PICT2157 (640x370).jpg
PICT2157 (640x370).jpg [ 126.99 KiB | Osservato 3878 volte ]



12 - sonapipian
wow, veramente molto carina! complimenti!

e ora la domanda finale...
"come suona?"
ci fai un mp3?
complimenti ancora. naturalmente "ultima symphonia" spero che non avrà un significato letterale, mi auguro!
PS: grazie per la dedica!


13 - Pietro
Come promesso, dopo aver superato qualche difficoltà tecnica, posto la voce della mia ultima Symphonia senza tavola armonica.
Come sempre, non sparate sul... su quello che suona la Symphonia perchè fa quello che può!
Solito microfonino del computer e buona in questo caso l'unica registrazione riuscita.

http://www.box.net/shared/bi1cn5o2cj


14 - fabiodm
Complimenti Piero per il tuo lavoro e grazie per il file audio ben suonato che completa i dati del tuo strumento che suona bene , ma quel microfono o scheda audio che hai veramente non la premia peccato.


15 - Pietro
Grazie Fabio per gli immeritati complimenti per l'esecuzione.
Come tu sai sono sempre riluttante a postare link sonori e lo faccio solamente quando mi viene richiesto esplicitamente (vedi Sonapipian) e in questo caso non potevo non farlo visto che è proprio lui l'ispiratore dello strumento.
Nel bene e nel male, più nel secondo caso a dire il vero, l'idea della sonorità dello strumento comunque c'è ed è pure presente il colpettino di polso che do ad ogni quarto per l'effetto ritmico che con la piccola ruota di questa symphonia sembra quasi un surrogato della trompette della ghironda.
Vedrò comunque per il futuro di sopperire alle carenze tecniche e foniche del mio sistema audio che mi hanno creato problemi anche in questa ripresa sonora.


16 - fabiodm
Chiedo scusa Pietro ma ero io che amplificavo il canale sbagliato della tua traccia stereo la cosa non è come avevo sentito io.
Io con la durer e la emilia con la caracas abbiamo cercato di divertirci un po' con la tua esecuzione e dopo svariate prove ne è uscito questo.

http://www.box.net/shared/rf07fe7p3a


17 - Pietro
La mia registrazione già di suo non era un gran che, non capisco il discorso della traccia stereo e del canale sbagliato in quanto mi sembrava di averla registrata in mono. Molto gradito il "Divertimento" penso che tra poco avrai un'orchestra in casa, se il buon giorno si vede dal mattino...
Visto l'ottimo risultato del brano arrangiato in versione polistrumentale e ben eseguito da Fabio & Emilia sulla mia base di sola symphonia, informo che lo potete trovare in partitura sul PDF che indicherò
Questa mia semplice trascrizione di un brano popolare dal titolo appunto - Ritmo di danza - si adatta bene anche per flauti, cornamuse (Fabio docet) e altri strumenti sia solisti che di accompagnamento.
Direi che viene meglio in un insieme. Come sempre più siamo e meglio è.


18 - Manu
Questi brani molto semplici non mi entusiasmano molto se eseguiti da un solo strumento ma mi sembra che si prestino bene per esecuzioni di insieme dove si possono anche fare delle variazioni a propria fantasia che rendono il tutto più vivo e divertente.
Per farla breve complimenti a Fabio, Emilia e naturalmente Pietro.


19 - sonapipian
beh che dire, complimenti Pietro e grazie.
Io invece dico che: "brani come questo valorizzano uno strumento come quello", ma qui siamo sempre nei gusti personali!
mi piace proprio perchè offre questa idea di primitività proprio come me la aspettavo!
complimenti anche a Fabio ed Emilia, un'idea veramente simpatica!


20 - Pietro
Aggiungo al tutto un ultimo dato: si tratta di uno strumentino che praticamente suona da solo e non è per nulla impegnativo.
Ringrazio per le integrazioni anche sonore e per i vari pareri, in particolare quello di Sonapipian che mi fornito lo spunto iniziale e... visto che ultimamente sono a corto di idee e di tempo... un'altro imput così potrebbe farmi ancora combinare qualcosa.

Presento alfine lo strumento scaricabile in PDF liberamente fruibile a tutti sperando che il mio lavoro incontri il vostro gradimento.

https://app.box.com/shared/5edfv47t3b


21 - ulisse
grazie...sei l'umberto eco della liuteria amatoriale


22 - fabiodm
E' vero questa me la scrivo.
Complimenti Pietro i tuoi tutorial sono invidiabili


23 - Pietro
Sono io che ringrazio Ulisse per l'immeritato paragone.
Lo ringrazio doppiamente per aver usato il termine di liuteria amatoriale che sinceramente mi sta' molto a cuore.
Ho potuto vedere anche in questi giorni qualche esponente in questo campo che, di fronte ai miei complimenti per i suoi lavori, si scherniva dicendo che il padre (o il nonno) si che lavorava bene con gli strumenti, non lui.
Che dire di fronte a questi alti esempi di passione per la liuteria amatoriale che si tramanda da generazioni.

Per quanto mi riguarda io, come Francesco Guccini, faccio quello che posso.


24 - berto8.al4
sono commosso.... grazie per i tuoi lavori!!

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


Su questo argomento penso che sicuramente ci sia ancora margine di discussione.


Cordialità - Pietro -


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 1 messaggio ] 

Tutti gli orari sono UTC


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010