Liuteriaitalia

Forum dedicato alla Liuteria amatoriale,per chi ama costruire uno strumento da sè e suonarlo
Oggi è 29/03/2020, 8:07

Tutti gli orari sono UTC


Regole del forum


Clicca per leggere le regole del forum



Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 
Autore Messaggio
 Oggetto del messaggio: Chitarra tiorbata
MessaggioInviato: 19/03/2020, 15:08 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 20/06/2014, 19:21
Messaggi: 229
Località: Verona
Chitarra tiorbata.

Già dalle prime chitarre barocche a cinque cori ci sono stati esperimenti per ampliare l'estensione aggiungendo delle corde fuori manico come nelle tiorbe e nei liuti tiorbati. Tali esperimenti in gran parte infelici sono però proseguiti fino ai giorni nostri anche se le corde aggiunte sono per lo più comprese nel manico e quindi tastabili. Le chitarre a sette, a otto, a dieci e più corde sono presenti con un loro spazio e un loro repertorio. La chitarra tiorbata vera è propria con qualche corda fuori manico un po' meno.


Allegato:
1 - Chitarre tiorbate..jpg
1 - Chitarre tiorbate..jpg [ 207.51 KiB | Osservato 60 volte ]



Il modello che ho scelto ha la tastiera sullo stesso livello della tavola armonica come le prime chitarre romantiche e tre bordoni volanti. Non ho scattato molte foto ma la tavola armonica è incatenata come le Guadagnini e il fondo ha le tre catene consuete.


Allegato:
2 - Incatenatura tavola armonica..jpg
2 - Incatenatura tavola armonica..jpg [ 115.33 KiB | Osservato 60 volte ]



Per la costruzione ho usato una forma esterna e la tavola armonica già incatenata è stata incollata direttamente alle fascie.


Allegato:
3- Fascie piegate con forma esterna..jpg
3- Fascie piegate con forma esterna..jpg [ 220.88 KiB | Osservato 60 volte ]



Allegato:
4 - Incollaggio della tavola armonica alle fascie..jpg
4 - Incollaggio della tavola armonica alle fascie..jpg [ 206.11 KiB | Osservato 60 volte ]



Per i legni ho scelto una tavola di abete Val di Fiemme marezzato mentre per fondo e fascie pioppo cipressino marezzato. Il manico è in mogano e il doppio cavigliere con i piroli è fissato con l'incastro a V.


Cordialità - Pietro -


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Chitarra tiorbata
MessaggioInviato: 19/03/2020, 15:11 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 20/06/2014, 19:21
Messaggi: 229
Località: Verona
Proseguo con le immagini dello strumento in bianco.


Allegato:
5 - Strumento in bianco di fronte-.jpg
5 - Strumento in bianco di fronte-.jpg [ 125.94 KiB | Osservato 57 volte ]




Allegato:
6 - Strumento in bianco dal retro..jpg
6 - Strumento in bianco dal retro..jpg [ 103.26 KiB | Osservato 57 volte ]




Lo strumento è in bianco e per finirlo mi mancano degli accessori (spinette, filetti ecc.) che al momento non posso procurarmi causa blocco per Coronavirus. Naturalmente non posso neppure verniciarlo e quel che posso fare intanto è suonarlo in bianco in attesa di tempi migliori.
Naturalmente seguirà a strumento ultimato una scheda dettagliata.

Cordialità - Pietro -


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Chitarra tiorbata
MessaggioInviato: 19/03/2020, 15:37 
Non connesso

Iscritto il: 03/08/2018, 8:45
Messaggi: 85
ebbravo Pietro! Approfitti della reclusione per sfornare nuovi strumenti, un esempio per tutti noi: bella e interessante costruzione .
Naturalmente non posso evitarmi di fare una domandina. Ho notato che le corde tastabili sono fissate al ponte con i "bottoni" mentre i bordoni sembrerebbero fissati col sistema detto ponte Giussani (non è in realtà una sua invenzione, faccio per intenderci). Ho visto bene? e se sì perché hai scelto un doppio sistema di fissaggio?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Chitarra tiorbata
MessaggioInviato: 19/03/2020, 17:22 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 20/06/2014, 19:21
Messaggi: 229
Località: Verona
Non è che abbia scelto doppi sistemi, è che purtroppo avevo solo cinque spinette (bottoni) e per le altre corde, MI 6 compreso ho sopperito provvisoriamente con dei traversini interni per fissare le corde come certe arpe. L'accordatura è comunque la solita per le corde tastabili mentre i tre bassi volanti sono accordati in RE - DO - SI.
Pure il ponticello non è finito, devo mettere qualcosina alle estremità ma ci penserò. Ero convinto di avere tutto invece qualcosa mi mancava, filetti in primis e senza quelli non posso neppure lucidarla a gommalacca. Ho comunque preferito mettere lo stesso le corde sia per sentirne il suono che per dare quelle piccole aggiustatine che con lo strumento in bianco sono più facili. Poi... sembra anche che le cose non si risolvino tanto presto con questa epidemia.

Una considerazione sul mondo tecnologicamente avanzato e del tutto e di più che quando si presenta un virus insolito è come il granello nell'ingranaggio che blocca tutto. Quarantene, isolamenti ecc. richiamano i Promessi sposi e le soluzioni finora adottate non sono dissimili da quanto descritto dal Manzoni per la peste del seicento, compreso l'appello alla divina provvidenza.

Nonostante tutto anche questa situazione (che spero finisca presto) può essere costruttiva in quanto si ha tempo per riflettere e per riprendere con calma cose lasciate. Sempre per quanto mi riguarda sono alle prese con un paio di strumenti da finire, con un brano per mandolino che i miei colleghi del disciolto gruppo mandolinistico veronese definivano come spartiacque: "Speranze perdute" e dividevano i mandolinisti tra chi lo sapeva suonare e chi no... ora provo a far parte della prima categoria.
Per finire visto che sono invitato a non uscire di casa voglio approffittare delle belle giornate per dare una bella pitturata alle pareti e rinnovare il trattamento protettivo esterno agli infissi... in fondo non si vive solo di musica e di liuteria.


Cordialità - Pietro -


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Chitarra tiorbata
MessaggioInviato: 27/03/2020, 20:26 
Non connesso
Amministratore

Iscritto il: 07/06/2013, 21:20
Messaggi: 119
Bravo Pietro complimenti!


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Chitarra tiorbata
MessaggioInviato: ieri, 15:57 
Non connesso

Iscritto il: 16/08/2018, 13:23
Messaggi: 17
Mi associo ai complimenti per questo nuovo strumento e attendo di vederlo finito! Se non sbaglio avevi già costruito una chitarra decacorde, immagino che da questo strumento ti aspettassi un suono diverso, puoi dirci qualcosa a tal riguardo?


Top
 Profilo  
 
 Oggetto del messaggio: Re: Chitarra tiorbata
MessaggioInviato: ieri, 16:23 
Non connesso
Avatar utente

Iscritto il: 20/06/2014, 19:21
Messaggi: 229
Località: Verona
In effetti il suono è diverso, penso che l'angolazione delle corde di bordone rispetto alle sei corde tastabili sia il fattore principale. Il suono di queste è più ricco di armonici, quasi da arpa (c'è anche la chitarra arpa, ma quella è un'altra cosa ). Per le corde tastabili siamo più o meno come la decacorde, in entrambe il suono è arricchito dalla vibrazione per simpatia dei bordoni. La timbrica generale comunque risente anche della diversa incatenatura. Sempre dal confronto con la decacorde devo dire che con questa non confondo le corde essendo i bordoni a distanza e non nel manico.
Naturalmente lo strumento è fresco e in bianco, con la vernice si vedrà se ci sono variazioni ma più di tanto non penso, in fondo il buongiorno si vede sempre dal mattino.

Cordialità - Pietro -


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 7 messaggi ] 

Tutti gli orari sono UTC


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 0 ospiti


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010